Istituto Ricci HomePageLe visioni di uno psicoanalista
N E W S C O N T A T T I R I C E R C A L I N K S F O R U M

  <- INDIETRO
Le visioni...
Un commento di Roberto And˛

 

Le visioni di uno psicoanalista
La poltrona dietro lo schermo

di Giuseppe Riefolo

nuova edizione ampliata

Le "visioni" di Giuseppe Riefolo sono testi narrativi stimolati dalla visione di film: "associazioni libere" o visioni nel senso di Artemidoro, dove ogni film, come un sogno raccontato, porta l'immaginazione dello spettatore-analista verso la storia di un paziente e la sua relazione con lui.

Uscito dal cinema, "tornato alla vita e alla stanza di analisi" - dice l'autore - "continuo a pensare a quelle immagini e alle emozioni che ne coglievo come quando si ricorda una buona giornata o un bel viaggio fatto nei giorni precedenti, o un buon incontro. Immagini che ci aiutano a introdurre nuovi personaggi e a dare un nuovo ordine alle situazioni concrete della vita e del nostro lavoro che ci saturano continuamente".

La nuova edizione ampliata del libro ´┐Ż stata presentata a Roma il 9 giugno 2009 presso la libreria Bibli. Sono intervenuti Roberto And´┐Ż (regista), Giorgio Campoli (psicoanalista SPI) e Paolo Boccara (psicoanalista SPI)

  Clic per vedere la copertina

Leggi l'intervento di Roberto And´┐Ż alla presentazione del volume

´┐ŻL´┐Żanalisi di un personaggio incontrato in un film, o l´┐Żanalisi del comportamento inaspettato di un paziente (´┐Ż) sono per Riefolo un´┐Żoccasione per interrogarsi sulla sofferenza umana, sulle vicissitudini dell´┐Żamore, il significato dell´┐Żamicizia, l´┐Żinevitabilit´┐Ż della morte. Non sorprender´┐Ż che, per immergersi in un libro cos´┐Ż costruito, sar´┐Ż preferibile che il lettore (come l´┐Żanalista di fronte alle associazioni libere del suo paziente) vi si accosti in uno stato di attenzione liberamente fluttuante´┐Ż (Andrea Sabbadini, The International Journal of Psychoanalysis)

 ´┐ŻLe suggestioni evocate dal film al servizio del pensiero psicoanalitico (´┐Ż) la pregnanza filmica e la pregnanza clinica confluiscono con un rinforzo creativo molto vicino alla qualit´┐Ż dell´┐Żinsight (´┐Ż) il pregio del bel libro di Riefolo ´┐Ż di riuscire a condurci, attraverso il testo cinematografico, nei luoghi altrove dei rimandi, in quei mondi in cui, nel fiorire della fantasia e dell´┐Żimmaginazione che danno all´┐Żatto del comprendere la sua pi´┐Ż estesa dimensione, nascono letterature e teorie´┐Ż (Malde Vigneri, Rivista di Psicoanalisi)

 ´┐Ż´┐Ż un libro raro e prezioso per tutti quelli che gi´┐Ż conoscono le virt´┐Ż della contaminazione (´┐Ż) dote preziosa da coltivare nel prossimo millennio´┐Ż (Concita De Gregorio, la Repubblica delle Donne)

Giuseppe Riefolo ([email protected]), psichiatra e psicoanalista della Societ´┐Ż Psicoanalitica Italiana, ´┐Ż autore di Psichiatria prossima (Bollati Boringhieri, 2001) e, con Filippo Maria Ferro, di Figure dell´┐Żisteria (Metis, 1996) e Isteria e campo della dissociazione (Borla, 2006). Ha girato, con Paolo Boccara, cortometraggi sul tema della relazione terapeutica premiati in alcune rassegne. Ha partecipato alle quattro edizioni del Sacher Festival di Nanni Moretti e Angelo Barbagallo.

ANTIGONE EDIZIONI
di Maria Antonietta Schepisi
via Osasco 87/B, Torino
0113329806   3397107005
[email protected]
www.antigonedizioni.com 

contatti con la stampa:
Lucia Minetti
[email protected]
339 6990524 

Vai a inizio pagina